English, Português, italiano, עברית

Domande Frequenti

Trasporti

1.     In quale aeroporto devo sbarcare per percorrere il Jesus Trail?

L’aeroporto di Tel Aviv – Yafo (TLV) l’unico grande aeroporto d’Israele. Se arrivate da qualche altra parte del Medio Oriente, potete viaggiare via terra dalla Giordania o dall’Egitto

2.     Come arrivare a Nazaret?

Potete verificare gli orari dei mezzi di trasporto sotto la voce trasporti.

Dall’aeroporto di Tel Aviv: Il modo migliore per arrivare a Nazaret è quella di usare una combinazione di treno ed autobus. Dopo aver ritirato la valigia, sarete immessi in un ampio atrio. Lì potete ritirare denaro contante dagli sportelli automatici e, se ne avrete bisogno, avete la possibilità di acquistare un SIM-card per il vostro telefono cellulare. Per prendere il treno, uscite dall’atrio di fronte a voi e girate a destra seguendo la segnaletica dei treni.  Ci sono molti distributori automatici dai quali poter acquistare i vostri biglietti potete pagare, sia in contante sia con carta di credito. Acquistate un biglietto per Haifa. Potete vedere l’orario dei treni andando sul sito http://www.rail.co.il/EN/

Si arriva alla stazione di Haifa HaShmona dopo circa un’ora e venti minuti. Nel parcheggio esterno alla stazione c’è un piccolo ufficio per gli autobus ed una fermata di autobus con il segnale indicante l’autobus numero 331 per Nazaret. Prendete quest’autobus e scendete alla Basilica dell’Annunciazione. Chiedete all’autista di farvi scendere alla Basilica dell’Annunciazione. Se alloggerete presso il Fauzi Azar Inn, percorrete la strada in salita dalla Basilica ed immettetevi nel souk (mercato) passando per un’entrata ad arco. Salite ancora un po’ finché vedrete un cartello di colore verde del Fauzi Azar Inn, oppure chiedete a qualunque commerciante del mercato d’indicarvi la via. Se invece alloggerete in altri luoghi, potrete vedere le loro ubicazioni e come raggiungerli, nei loro siti web.

Da Gerusalemme: Ci sono autobus giornalieri diretti da Gerusalemme a Nazaret (eccetto il sabato) alle quattro e alle sei del pomeriggio che partono dalla stazione centrale degli autobus.  Il venerdì gli autobus diretti per Nazaret partono alla 12:30 e alle 14:00. Se avete necessità di arrivare a Nazaret prima, potete optare per un percorso alternativo prendendo un autobus per Afula da Gerusalemme e poi un autobus locale per Nazaret da Afula.

Gli orari degli autobus diretti da Haifa, Akko, Tel Aviv, Tiberias, ed Amman possono essere trovati sotto la voce trasporti.

Fate attenzione al fatto che in Israeli non ci sono autobus dal primo pomeriggio di venerdì fino ad un’ora dopo il tramonto di sabato. Pianificate di conseguenza i vostri spostamenti. Autovetture possono essere noleggiate a prezzi ragionevoli in tutte le città più importanti, Nazaret inclusa.

Pianificazione:

3.     Sono la persona adatta per percorrere a piedi il Jesus Trail?

Molti si chiedono se sono adatti per percorrere a piedi l’intero percorso. La forma fisica è qualcosa  di personale e varia molto da persona a persona. Non c’è uno standard che “si adatti perfettamente” ma di seguito vi sono alcune domande che possono aiutarvi a valutare le vostre condizioni fisiche:

Posso percorrere 16 km in un giorno? Il modo migliore per scoprirlo è preparare uno zainetto con l’occorrente per un giorno e dirigervi verso un percorso per escursionisti vicino al posto dove abitate. Scegliete un percorso da facile ad intermedio di circa16 chilometri e verificate come vi sentite quando camminate. Potete anche fare il percorso di sedici kilometri nel corso del tempo, iniziando con passeggiate più corte.

Avete problemi alle articolazioni che possano impedirvi di camminare allineati agli altri per quattro giorni? Camminare e portare pesi può essere problematico per le articolazioni. Se soffrite di artrite o avete subito qualche operazione chirurgica nelle ginocchia, fianchi o caviglie, consultate il medico prima d’incamminarvi nel percorso.

Avete qualche disturbo che può ostacolare la vostra capacità di percorrere a piedi lunghe distanze?

Per esempio, pressione alta, malattie cardiovascolari, dolori alla schiena, e molti altri disturbi possono essere fastidiosi e pericolosi in un lungo percorso a piedi.

Nel caso di dubbio, effettuate un controllo medico.

4.     Qual è il periodo migliore per fare il percorso?

Autunno e Primavera sono le stagioni migliori, da Ottobre a Novembre e da Febbraio a all metà di Maggio. Ѐ da preferire la primavera poiché il paesaggio è verde e lussureggiante, i fiori sono sbocciati, ed i torrenti ed i fiumi hanno più acqua. In autunno il paesaggio può presentarsi alquanto arido. Ci si può aspettare qualche pioggia in entrambe le stagioni; pertanto pensate a portare con voi una tenda o un mantello e abiti per la pioggia. Dicembre e Gennaio sono mesi piovosi per cui non sono il periodo adatto per camminare a piedi lungo il percorso. Da Giugno a Settembre è caldo ed umido, con gravi pericoli per la salute causati da  disidratazione.

5.     Ѐ possibile fare rifornimento d’acqua e quanta ne devo portare?

L’acqua è facilmente reperibile ogni due ore per la maggior parte del percorso. Nella via del ritorno nel tratto compreso tra la sponda meridionale del Mar di Galilea e il Monte Tabor c’è un tratto di strada un po’ più lungo dove non è possibile effettuare rifornimenti d’acqua.

Contattateci e vedremo di esservi d’aiuto. Cinque litri d’acqua per persona al giorno dovrebbero essere sufficienti per bere e cucinare. Se volete fare una doccia o volete lavare i vostri piatti avrete bisogno di un maggior quantitativo d’acqua.

6.     Dove posso dormire la notte?

Alloggi: Ci sono alloggi disponibili ogni giorno lungo il percorso, e ci stiamo adoperando per sviluppare nuove possibilità per tutte le tasche. Vedansi gli itinerari consigliati e gli alloggi per ulteriori informazioni dettagliate. Potete aspettarvi di pagare circa 100 NIS per un sistemazione in dormitorio con prima colazione.

Camping: Portare al seguito una tenda per accamparsi lungo il percorso è un modo ottimale di percorrere a piedi il percorso, offre maggiore flessibilità rispetto all’alloggio, e si può risparmiare denaro!

Lungo il percorso ci sono alcuni siti destinati al campeggio, uno è gratuito all’altezza della congiunzione con le alture del Golan, nel secondo giorno (tavoli per picnic, acqua corrente e gabinetti; ma i bagni sono spesse volte chiusi a chiave) ed uno a pagamento nel villaggio di Arbel (terzo giorno), nonché molte aree destinate a campeggio lungo le rive del mare di Galilea per il quarto giorno (campeggi sia gratuiti sia a pagamento con docce, bagni ecc.)

Campeggi appartati all’interno di aree destinate al picnic, nei campi e nelle foreste sono molto comuni in Israele. Se vedete gente nei paraggi potete chiedere se va bene accamparsi lì, ma non abbiamo mai incontrato alcuna opposizione verso questo tipo di campeggio, abbiate soltanto cura di lasciare il posto pulito così come l’avete trovato!

Se decidete di accamparvi, assicuratevi di avere attrezzature adeguate. Vi occorre almeno una tenda leggera, un sacco a pelo ed un materassino. Verificate che le vostre attrezzature da campeggio siano adatte alle basse o alte temperature nonché le temperature medie stagionali per assicurarvi che non soffriate il freddo. Se vi accampate lontano dalle fonti d’acqua abbiate cura di portarvi scorte supplementari per la notte. Vi invitiamo a non accendere fuochi, per non arrecare danni all’ambiente, portate piuttosto con voi un fornellino da campeggio se avete voglia di cucinare lungo il percorso.

Ricordate che tutto ciò che impacchettate dovrete portarlo sulla vostra schiena, perciò la cosa migliore è quella di non portare troppo peso!

7.     Calzature e abbigliamento

La cosa più importante da fare nel programmare il vostro percorso a piedi è quella di portare calzature comode che non siano logore. Vi consigliamo scarpe resistenti adatte alle marce oppure scarponi, poiché talvolta il percorso comporta alcuni tratti di terreno accidentato, sebbene la maggior parte del percorso sia in terra battuta. Vi sconsigliamo d’indossare sandali.

Ѐ consigliato un abbigliamento decoroso nell’attraversare i villaggi e nell’ entrare in luoghi di culto, poiché molte chiese non permettono l’ingresso ai visitatori che indossano pantaloni corti. Ѐ opportuno disporre di diversi tipi di abbigliamento, nel caso di mutamento delle condizioni climatiche. Portate indumenti adatti alla pioggia durante la stagioni piovose. Non dimenticate creme da sole ed abiti che vi proteggano dai raggi solari, specialmente in estate.

8.     Mappe e libri

Hiking the Jesus Trail and Other Biblical Walks in the Galilee possono essere acquistati nel www.jesustrailguide.com su Amazon.com e nelle migliori librerie d’Israele. Questo libro è la migliore fonte di mappe particolareggiate d’Israele, descrizioni scritte, diagrammi, informazioni storiche, pianificazioni, trasporti, e fondamentalmente tutto ciò che serve sapere per percorrere a piedi il Jesus Trail.  Ordinate oggi la vostra copia per avere la guida completa per i vostri piani!

La Società per la Protezione della Natura in Israele fornisce mappe topografiche particolareggiate su scala 1:50.000 con tutte le piste evidenziate. Presso il Fauzi Azar Inn di Nararet, è possibile acquistare mappe della regione, in ebraico.

Anche se il percorso è tracciato, è sempre una buona idea camminare con una mappa particolareggiata e sapere come usarla. Le mappe riportano i punti dove è possibile attingere acqua, ma non sono attendibili.

Non sono segnalati nella mappa, ristoranti,  posti dove alloggiare o campeggi, ma potete trovarli nel nostro sito web nella sezione: accomotations.

Un opuscolo gratuito comprensivo di mappa schematica è ottenibile per il download oppure contattateci e vi spediremo una copia stampata.

Controllate le mappe su questo sito web, con il percorso completo su una mappa e tratti di esso divisi in sezioni più brevi.

9.     Evidenziatori di percorso e GPS

Con decorrenza dal mese di maggio 2009, il tratto principale del percorso da Nazaret a Capernaum è segnalato con segnavia colorati in bianco ed arancione. Il maggior tratto lungo la via del ritorno da Arbel a Monte Tabor fa parte del Percorso Nazionale d’Israele ed è evidenziato con segnavia colorati in arancione, blu e bianco. Tenete presente che i segnavia sono talvolta mancanti  o distrutti, sicché è opportuno portare al seguito una mappa. Clicccare qui per avere informazioni più approfondite sull’uso del dispositivo GPS durante il Jesus Trail.

Il Jesus Trail è evidenziato con segnavia colorati nello stesso stile degli altri percorsi a piedi Isrtaeliani: tre strisce colorate che indicano la direzione da seguire. Il segnavia del Jesus Trail è colorato bianco/arancione/bianco (fig.1).  Le strisce si curveranno fino a formare un angolo retto  verso sinistra o destra per indicare di girare a destra o a sinistra (fig. 2). Talvolta il percorso si interseca con un altro percorso già tracciato. In questo caso i segnavia del Jesus Trail saranno alternati con i segnavia dell’altro percorso, oppure un segno di colore arancione verrà evidenziato sopra il segnavia dell’altro percorso (fig.3). Esempio dell’intersecazione dei percorsi (fig.4)

10.  Rifornimenti

Il percorso passa vicino a villaggi e luoghi in cui è possibile comprare cibo e rifornirsi spesso. Non è necessario che portiate al seguito scorte di cibo per più di due giorni. Tutti i villaggi, paesi e kibbutz di solito hanno negozi alimentari, sebbene sovente nelle piccole comunità l’orario dei negozi sia ridotto (per esempio i negozi possono chiudere alle 14:00)

11.  Verso quale direzione devo camminare?

Nazaret è più elevata rispetto al Mare di Galilea, per cui il percorso a piedi fino a Capernaum è quasi tutto in discesa. Se scegliete di tornare indietro a piedi, attraverserete in salita la Rift Valley fino all’altura di Nazaret da dove avete iniziato il percorso. Se decidere di completare tutto l’anello del percorso vi consigliamo di farlo in senso orario (Nazaret – Incrocio con le Alture del Golan – Arbel – Monte delle Beatitudini –  Tiberiade – Monte Tabor – Nazaret).

12.  Quanto è lungo il percorso e quanto tempo occorre per percorrerlo a piedi?

Il percorso è di circa 60 km (40 miglia) fino a Caperaum. Un camminatore medio dovrebbe impiegare da tre a cinque giorni. Un escursionista medio percorre 3-4 km in un’ora, sicché di solito 15 km al giorno sono fattibili e lasciano tempo a disposizione per esplorare i siti. Se sei un camminatore veloce ed esperto potresti voler completare il percorso in tre giorni. Se desideri avere molto tempo a disposizione per esplorare e contemplare ogni sito, puoi programmare un percorso che duri cinque giorni. Il tragitto di ritorno verso sud richiede ulteriori 3-4 giorni, ed è più difficile se si percorre dal Mare di Galilea per ritornare a Nazaret.

Sicurezza in Israele

13.  Ѐ sicuro percorrere a piedi il percorso e viaggiare in Israele?

In molti camminano lungo il percorso da soli e si accampano da soli e lo hanno trovato sicuro. Abbiamo visto che la gente del posto si rende sempre utile ed è onorata di avere viaggiatori che rispettosamente camminano lungo le loro città e villaggi. Non abbiamo mai sentito dire che vi siano stati incidenti o aggressioni nei confronti di chi percorre il percorso a piedi, anzi ci hanno riferito numerosi episodi di amicizia ed ospitalità nei contronti dei viaggiatori, spesso sotto forma di invito a bere un caffè. La regione Galilea è alquanto stabile. C’è sempre qualche rischio legato al camminare a piedi ed accamparsi da soli, in qualunque parte del mondo, ma nella regione Galilea il rischio è veramente minimo.

Le donne che viaggiano a piedi hanno riferito occasionalmente di essere state oggetto di attenzione da parte di giovani nei paesi. Questa attenzione può essere fastidiosa, ma di solito non è pericolosa ed è meglio ignorarla. Se il problema persiste, entrate in un negozio o in un altro posto dove c’è gente e chiedete aiuto. Le persone del luogo più anziane sono spesse volte deluse ed imbarazzate se i turisti sono trattati male e possono interessarsi al problema. Nel caso di molestie eccessive occorrerà chiamare la polizia.

L’ambiente naturale della Galilea non è particolarmente pericoloso. Specialmente quando il clima è caldo; state comunque in allerta per occasionali serpenti o scorpioni. Ѐ preferibile camminare alla luce del giorno e programmarvi le giornate in modo da arrivare prima che faccia buio, per una migliore visibilità e sicurezza.

Sebbene i telegiornali spesso dipingano Israele e la Palestina come continui punti caldi di violenza, le aree turistiche della regione sono solitamente molto sicure, con un grado di sicurezza molto alto. I turisti di solito non sono mai stati bersaglio di azioni violente nella regione, e la violenza a sfondo politico è stata bassa negli ultimi due anni.

I livelli di criminalità e di violenza nelle grandi città sono più bassi in Israele che nelle maggiori città americane. Il tasso di omicidi, stupri e furti in Israele è simile a quello della Germania, che ha il più basso tasso di criminalità in Europa.

Budget

14.  Quanto costa viaggiare in Israele? Quanto devo preventivare per il percorso?

Per i prezzi dei pacchetti autoguidati del Jesus Trail Tour, cliccare qui.

Molti prezzi in Israele sono simili a quelli degli Stati Uniti, e leggermente meno cari dell’Europa occidentale. I trasporti e gli alloggi negli ostelli sono abbordabili, ma non a prezzi stracciati. I prezzi per gli alimenti possono essere un po’ più elevati, ma sono più bassi a Gerusalemme ed a Nazaret, e più alti a Tel Aviv.  Nel percorso, il vostro budget dipenderà dal tipo di sistemazione che intendete avere, se volete comprare cibo negli alimentari o nei ristoranti, e se intendete muovervi con gli autobus oppure con i taxi privati.

Se scegliete aree di campeggio libero e cucinare i cibi acquistati nei negozi alimentari, potrete completare il Jesus Trail spendendo l’equivalente di $10-20 (€6-12) al giorno per l’acquisto del cibo. Se alloggiate in un dormitorio B&B o in una stanza in famiglia e mangiate 1 o 2 volte al ristorante, il vostro budget giornaliero sarà di $50-70 (€30-70) al giorno. Se alloggiate in un hotel  e consumate tutti i vostri pasti fuori dall’hotel, dovetepreventivare $100-150 (€70-100) al giorno.

Non ci sono costi d’ingresso nel percorso. Lungo il tragitto vi sono due parchi nazionali : Zippori (facoltativo ma altamente consigliato) e Arbel (il percorso attraversa questo parco nazionale) con un modico biglietto d’ingresso. Presto nel nostro sito web sarà aggiunta un’opzione per poter fare donazioni per la manutenzione del percorso qualora vogliate sostenete di vostra volontà il progetto.

Tassi di cambio (per approssimazione)

–        $1 = 3.60 NIS (New Israeli Shekel)

–        €1 = 5.50 NIS (New Israeli Shekel)

TASSI DI CAMBIO

USD = 3.89

AUD = 3.7147

GPB = 5.9207

CAD = 3.7051

EUR = 5.0176

DEM = 2.5681

HKD = 0.4734

JPY = 0.0447

ESP = 0.0302

CHF = 3.8285

ALCUNI PREZZI:

Trasporti

–        biglietto ferroviario dall’aeroporto di Tel Aviv a Haifa: 35 NIS ( $9.50,  €6.30)

–        autobus urbano: 5-6 NIS ($1.30-1.50, € 0.90-1.10)

–        noleggio autovettura al giorno: 200-325 NIS ($50-90; €30-60)

–        benzina/gasolio al litro: 6 NIS ($6.15/gallon; €1.10/litro)

Alloggi:

–        camera doppia in hotel: 250-500+NIS ($65.00-130.00+; €45.00-90.00+)

–        letto singolo in dormitorio: 60-130 NIS ($16-35; € 12-26) – il più basso a Gerusalemme  30 NIS ($8/€5)

–        posti in campeggi a pagamento, per persona: 30NIS ($8/€5)

Alimenti

–        felafel sandwich: 12 NIS ($3.20, €2.20)

–        seduti al ristorante: 50-80 NIS a persona ($13.50-21.50; €9.00-14.50)

–        bottiglia di soda in supermercato: 8 NIS (2.15, €1.50)

–        barattolo di burro d’arachidi in un negozio di alimentari: 20NIS (5.40, €3.60)

–        riso o pasta nel negozio di alimentari: 12 NIS ($3.20, €2.20)

Pellegrinaggio

15.  Ho percorso il Camino de Santiago in Spagna ed altri pellegrinaggi a lunga distanza; a quale di essi devo comparare il Jesus Trail?

Il Jesus Trail ha molto in comune con il Camino ed anche alcune differenze di fondo. Entrambi sono grandi percorsi con caratteristiche ed un’atmosfera uniche,  ed offrono vantaggi e sfide per i camminatori.

Somiglianze: entrambi i percorsi hanno un’atmosfera “da villaggio a villaggio”, con il cammino che passa per aree popolate. Entrambi sono segnalati con segnavia colorati. In entrambi sono facilmente reperibili alloggi, cibo ed acqua. Entrambi connettono siti d’importanza spirituale e religiosa. I prezzi degli alimenti e dei trasporti sono simili in entrambi i percorsi. Ambedue i percorsi sono abbastanza pianeggianti e non richiedono capacità tecniche, eccezionale forma fisica, o una guida.

Differenze: Il Camino è molto più lungo del Jesus Trail (800 km paragonati a 65 km). Il Camino è tanto in voga, con oltre 100.000 viaggiatori all’anno, e si ha la certezza di’incontrare molti altri viaggiatori lungo il sentiero, mentre finora coloro che percorrono a piedi il Jesus Trail sono un numero esiguo (più di 1000 viaggiatori nel 2009). Il Camino ha un sistema di alloggi presso dormitori comunali  molto economici (€3-10, $4.50-15). Il Jesus Trail finora offre alloggi privati che sono un po’ più costosi di quelli del Camino (circa €16, $25 con prima colazione).

I siti lungo il Camino sono principalmente medievali e cristiani, connessi a pellegrinaggi storici ed alla storia popolare di San Giacomo. I siti principali lungo il Jeus Trail provengono dal Nuovo Testamento, con altri siti che fanno riferimento ai lunghi periodi storici del Cristianesimo, Giudaismo, Islamismo ed altre religioni.

Domande Frequenti

Follow Us on FacebookFollow Us on TwitterFollow Us on YouTubeFollow Us on SkypeFollow Us on RSS